RACCOLTA FIRME AREA VERDE MONTAGNANO

Un gruppo di cittadini di Camerino sta promuovendo una raccolta firme per conservare un’area di verde pubblico nel quartiere di Montagnano. Un quartiere che si trova a sostenere continui mutamenti urbanistici e che accoglie ogni giorno gran parte della collettività cittadina. L’area in questione andrebbe ad ospitare un nuovo asilo della Parrocchia di San Venanzio. Di seguito si illustrano le principali motivazioni che hanno portato alla petizione:

  • all’epoca della loro istituzione i giardini pubblici sono stati “conquistati” grazie alla collaborazione tra comunità ed Amministrazione e realizzati con un considerevole impegno economico;
  • l’area verde, l’unica del quartiere, è al momento liberamente accessibile e fruita da giovani di ogni età, anziani, mamme con bambini e intere famiglie che godono dei suoi spazi e dei giochi ivi presenti nonostante essi siano usurati dal tempo;
  • la convenzione da stipulare tra Comune e legale rappresentante delle strutture scolastiche parla della cessione (per i prossimi 50 anni) di un’area di 1.000 mq che lascia ben poco a libera disposizione della collettività;
  • il tecnico comunale ing. Orioli ha asserito che tali dimensioni aumenteranno ulteriormente rispetto alle prime valutazioni, a causa delle norme sulle distanze da strada ed altre abitazioni e dello spazio necessario per i parcheggi riservati all’asilo, come confermato anche dal Sindaco;
  • non sono stati considerati i problemi di viabilità derivanti dall’aumentata frequentazione della zona già soggetta a molte modifiche a causa delle nuove attività commerciali e delle future abitazioni;
  • il Sindaco, in sede di deposizione delle prime firme, non ha comunque garantito che la rimanente porzione dell’area rimarrà zona verde;
  • durante il colloquio con l’Amministrazione sono state suggerite altre aree comunali disponibili che offrirebbero all’asilo un’alternativa altrettanto dignitosa e spazi verdi più ampi, maggiormente consoni rispetto ad un’area commerciale come quella di Montagnano, che presenta strade molto trafficate a ridosso della nuova costruzione;
  • durante altro incontro, anche Don Marco Gentilucci, Parroco della Parrocchia di San Venanzio e Direttore delle scuole, ha dimostrato piena apertura per l’individuazione di altre aree da parte dell’Amministrazione;
  • ci si domanda se la Diocesi stessa non abbia a disposizione aree da destinare all’asilo parrocchiale.

Per ripartire da opportunità che già la nostra cittadina offre, senza privare nessuno di nulla, l’iniziativa della raccolta firme vuol costruire insieme ragionando su un progetto di collaborazione con la comunità che lo accoglierà. Convinti del valore non solo esecutivo ma anche sociale-ricreativo e ambientale di tale area verde, specialmente in questa delicata fase post sisma, e fiduciosi di poter collaborare con l’Amministrazione per trovare una soluzione che possa garantire gli interessi di tutti, invitiamo a sottoscrivere la petizione anche affinché possa essere scelta un’area alternativa.

TESTO DELLA PETIZIONE:

“Gent.mo Sindaco,

Abbiamo appreso che la cessione dell’area verde di Montagnano alla Parrocchia di San Venanzio per la costruzione del nuovo asilo non è solo un’ipotesi ma è già diventata realtà in quanto è stata approvata in consiglio Comunale.

Tutti noi siamo convinti che il nuovo Asilo della Parrocchia debba essere costruito nel più breve tempo possibile e che sia dovere dell’amministrazione mettere a disposizione della Parrocchia un’area.

Allo stesso tempo però non possiamo credere che l’unica soluzione praticabile sia quella di togliere una delle poche aree verdi presenti nella città.

Anche se la costruzione non occuperà tutta l’area concessa, la parte rimanente dovrà essere recintata per evitare che chiunque possa venire a contatto con i bambini.

Va da se quindi, che tale parco non sarà più fruibile per molti altri bambini. Troviamo non sia giusto dare ad alcuni togliendo ad altri.

E’ nostra convinzione che gli spazi verdi servono e dovrebbero essere aumentati invece che ridotti, soprattutto  nelle zone abitate dalle famiglie più giovani, come quella di Montagnano

In questo periodo si stanno costruendo scuole nuove di ogni ordine e grado, collegi universitari, strade, centri commerciali all’aperto e numerose aree per ospitare le soluzioni abitative di emergenza. Si occupano ettari ed ettari di terreno. Ci chiediamo quale sia il motivo per cui non si possa individuare un’altra area da mettere a disposizione della Parrocchia di San Venanzio.

La nostra proposta è quella di lasciare quel parco nella disponibilità di tutti, magari aggiustando i giochi rotti e facendo quei piccoli lavori che gli restituirebbero tutta la dignità che merita e nello stesso tempo individuare un’area apposita per la costruzione del nuovo Asilo che chiaramente sia comoda ed altrettanto dignitosa.

Confidando nella sua sensibilità sempre dimostrata nel porre al centro dell’attenzione la famiglia ed i bambini ci auguriamo di venire ascoltati.”

Per info:

CONSULTA I DOCUMENTI APPROVATI DALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE: